ELEONORA DUSE. COMMIATO

regia e montaggio Massimiliano Valli
sceneggiatura Walter Pretolani
interprete Elena Bucci

produzione: VACA - Italia
durata: 30 minuti
fuori concorso al Bellaria film festival 2002

“Poi la vidi disfatta, nel letto dell’albergo di Pittsburgh, mentre invocava: - Acqua, acqua -. E il suo corpo venne calato sulla strada col montacarichi” (Memo Benassi).

“Non ci stancheremo mai di ripetere che, a differenza di quasi tutti gli altri grandi attori, la storia della Duse fu essenzialmente quella di uno spirito irrequieto, in perpetua, insaziata ricerca di un introvabile appagamento [...] È una tragedia che si svolge; una immensa figura tragica è davanti a noi” (Silvio d’Amico).

Il film (oratorio) sceglie il luogo: il montacarichi di Pittsburgh; il tema: la ricapitolazione delle pulsioni di una vita; la tragedia: la fine affidata alla forza e alla sensibilità di una sola attrice.


... Elena Bucci compie un terrificante lavoro di identificazione e metamorfosi sul/col viso della grande diva. Un lungo monologo sulla vita, sull’arte e sulla morte della Duse, fotografato in modo eccellente (anche considerato il fatto che, all’apparenza, non è supportato da luci che non siano quelle ‘in scena’) e recitato, ripeto, in modo assolutamente perfetto e struggente. Si può arrivare a credere che queste siano state davvero le ultime parole dell’attrice e che quello sia il suo corpo, squassato dalla malattia... (Alessandro Boriani, cinemaindipendente.it)