THE INFERNAL COMEDY

a proposito di Commedia dell’Arte: un percorso di attore
dimostrazione di Marco Sgrosso
introduce e commenta Gerardo Guccini

Progetto Teatro delle Maschere
Istituto Italiano di Cultura di Budapest

20 settembre 2016, Sala cinema Fellini, Budapest

Marco Sgrosso racconta le sue maschere dell'Arte, presentandone alcuni frammenti: un Arlecchino primitivo edemoniaco, distante dalla forma ‘classica’ dello zanni bergamasco a partire dall’uso d'un lingua partenopea sporcadi inflessioni umorali; un rodomontico Capitano Spaventa da Vall’Inferna, esplosione di energia e di non-sense nello stile tipico della Commedia; uno Studioso pedante e vagamente necrofilo, mutuato dalla maschera di Pantalone, che elucubra sulle vite e sulle imprese dei coniugi Andreini; un'incancrenito Pulcinella che, lontano dal carattere goliardico e buffone assegnatogli dalla tradizione, indaga le possibilità amare di una maschera dai tratti quasi infernali.

Gerardo Guccini introduce queste rivisitazioni d'attore presentando i caratteri storici delle Maschere e le loro trasformazioni ad opera dei teatranti contemporanei. La dimostrazione verrà integrata dalla proiezione di brani del fortunato spettacolo “La pazzia di Isabella - vita e morte di Comici Gelosi”, dedicato alle mitiche figure di Isabella e Francesco Andreini e realizzato da Elena Bucci e Marco Sgrosso con la consulenza drammaturgica e su esortazione di Gerardo Guccini.